Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Il leone sogna la preda. Iconografia e immaginari tra Greci ed Etruschi

A Ischia, nell'VIII sec. a.C., un artigiano decora un'anfora con l'immagine di un leone che sogna la preda e questa azione, per chi guarda il vaso, istituisce la possibilità di condividere il sogno del leone. Ma è ancora possibile per noi ritrovare un sogno così antico e fino a che punto possiamo esserne interpreti? Intorno a questa domanda ruotano i contributi raccolti nel volume, pubblicati nel corso di un ventennio (1999 - 2018). Essi delineano il filo di un'indagine tra immagini e testi, tra Greci e Etruschi, in cui le variazioni significative contano quanto l'adesione ad una norma, rivelando l'incidenza di narrazioni e immaginari alternativi rispetto a quelli selezionati dalla committenza pubblica. Lungo questo percorso si incontrano protagonisti abituati a oltrepassare i confini, a intermediare dimensioni diverse: gli artigiani, padroni e vittime del proprio saper fare, un eroe a misura d'uomo come Odisseo e, naturalmente, Dioniso, il dio vagabondo che moltiplica i piani della nostra esperienza.
Scritto da
Argomento Libri Etruschi
Editore Quasar
Pagine 215
Pubblicazione 2021
ISBN 9788854911529
 

Condividi

Il leone sogna la preda. Iconografia e immaginari tra Greci ed Etruschi
30,00
 
Spedito in 2-4 giorni
Disponibile
ENG

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Photo gallery principale